Archivio

Posts Tagged ‘FUMETTO’

La Profezia dell’Armadillo

28 marzo 2012 Commenti chiusi

Capita che un libro faccia ridere. Capita che un libro possa commuovere. Capita che un libro faccia riflettere. Ma è difficile trovare un’opera che faccia allo stesso tempo ridere (e di gusto!), emozionare, pensare. Zerocalcare, giovane fumettista romano, ci riesce nel suo primo libro “La Profezia dell’Armadillo“. Prodotto da Makkox ed arrivato alla quarta edizione -risultato sorprendente per una stampa indipendente- “La Profezia dell’Armadillo” è una raccolta di strisce di carattere autobiografico, solo all’apparenza slegate tra loro; ciò che fa da filo rosso è un evento che irrompe nella quotidianità scatenando ricordi, considerazioni, mettendo in moto una serie di eventi che nella loro semplicità segnano il passaggio -o una delle tante tappe del passaggio- all’età adulta.

Lo stile di disegno è pulito, dinamico e personale, come molto personale è la scelta narrativa di disseminare qua e là citazioni di film, fumetti, cartoni animati che hanno caratterizzato l’immaginario di chi è cresciuto tra gli anni ’80 e ’90. Per non parlare dell’Armadillo, amico immaginario di Zerocalcare che lo aiuta a dare forma e voce ai pensieri.

La Profezia dell’Armadillo” è da oggi in vendita presso il nostro negozio… e noi siamo davvero orgogliosi di poter proporre e sostenere un’opera indipendente allo stesso tempo divertente e profonda che, siamo sicuri, saprà dire e dare molto a chiunque la leggerà.

 

144 pagine, € 12


Lydie

8 marzo 2012 Commenti chiusi

 

Ci sono storie che fanno bene e Lydie, graphic novel vincitrice del “Les BDs qui font la différence”, premio dedicato ai fumetti contro l’emarginazione, è una di queste storie.

Scritta da Zidrou e splendidamente illustrata dal giovane talento spagnolo Jordi Lafebre, Lydie parla del potere dell’immaginazione e della persuasione, parla della forza trasformante della compassione, capace di far diventare un insieme di persone una comunità, di far emergere il meglio dell’umanità. E oltre a commuovere e a far sorridere, Lydie interroga sul significato delle credenze religiose: è il credere in sé che compie miracoli? La fede ha un valore indipendentemente dall’esistenza o non esistenza di ciò in cui si crede? E in questo è interessante che l’io narrante della vicenda sia proprio la statuetta di una Madonna che dall’alto della sua nicchia è testimone degli eventi…

La trama dal sito dell’Editore:

La nascita della piccola Lydie, in un vicolo della Parigi del dopoguerra, è reale solo agli occhi di sua madre, Camille.

Solo la madre infatti è in grado di vedere la bambina, ma le persone intorno a lei, anziché metterla di fronte alla sua ossessione, decidono di comportarsi come se la vedessero anche loro.

Presto la piccola Lydie, reale o meno, comincerà a giocare un ruolo fondamentale per tutti, nella vita della piccola comunità che ha scelto la realtà di Camille.

 

Comma 22, 64 pagine, € 12

Fumetto d’Autore

9 febbraio 2012 Commenti chiusi

Abbiamo fatto un po’ di rifornimento di opere d’Autore. Ecco cosa è arrivato oggi in negozio:


David Mazzucchelli – Asterios Polyp


La trama dal sito dell’Editore:

A cinquant’anni Asterios Polyp, celebre e brillante architetto, ha perso tutto. Il suo matrimonio con la giovane scultrice Hana è andato in pezzi, la sua casa è stata distrutta da un incendio. Per ricominciare fugge nell’anonimato, in una cittadina della profonda provincia americana, dove trova un lavoro come meccanico per auto.
Parte da qui l’atteso capolavoro di David Mazzucchelli: un graphic novel realizzato nel corso di dieci anni, che a partire da un singolo personaggio allarga lo sguardo fino agli orizzonti e ai temi universali del Grande romanzo americano. Come avviene in scrittori quali Pynchon, De Lillo, Philip Roth, alle cui opere questo libro è stato paragonato. Asterios incontra persone semplici e sagge, come la misteriosa Ursula Major, con cui discutere di filosofia, religione, estetica e storia. Architetto “di carta”, progettista di splendidi edifici mai realizzati, si trova a confrontare la sua arida razionalità con il caos dei sentimenti e degli affetti e la confusione della vita vera. Già autore dell’adattamento in versione graphic novel del romanzo di Paul Auster Città di vetro, Mazzucchelli stavolta esplora e spinge al massimo le possibilità narrative e visive del linguaggio del fumetto, usando con eleganza ed efficacia forme, colori, stili diversi per caratterizzare personaggi ed emozioni.
Asterios Polyp parla del dualismo tra natura e cultura, di doppie identità, di gioie e dolori della vita di coppia e del caso che governa le nostre esistenze, del mito classico di Orfeo: tutto senza mai smettere di raccontare la storia semplice ed appassionante di un amore perduto e ritrovato. Una commedia satirica sul matrimonio ma anche un romanzo filosofico per i nostri tempi, una nuova pietra miliare non solo per gli appassionati di graphic novel. Un libro che, nel giro di un anno, ha vinto il Book Prize del Los Angeles Times, i premi statunitensi Eisner e Harvey e il Grand Prix francese del festival di Angouleme, la più prestigiosa vetrina europea del romanzo disegnato.

Coconino, 344 pagine, € 29

 

Élodie Durand – La parentesi

La trama dal sito dell’Editore:

La storia di una giovane donna che non si arrende. La testimonianza in prima persona della sua lotta coraggiosa contro la malattia che le ruba i ricordi, le toglie le parole, la isola dalla vita.

Molto più di un’autobiografia: un racconto intenso e commovente sulla ricostruzione della memoria e dell’identità attraverso le arti creative del disegno e della narrazione.La parentesi è la storia di una ragazza che perde a poco a poco la memoria: prima l’alfabeto, poi i numeri, l’indirizzo, i nomi, il proprio nome. La storia vera di Élodie Durand, illustratrice e autrice di graphic novel oggi trentenne che ha dovuto lottare contro l’epilessia e un tumore al cervello. È sola in strada, un pomeriggio, e non sa se sta aspettando l’autobus o se ne è appena scesa. Ha paura, ma non sa di che cosa. “L’epilessia è una scintilla che provoca un cortocircuito che scollega dalla vita”. Nel mare magnum della totale perdita di sé, la protagonista del romanzo si aggrappa ad un quaderno nero, sul quale comincia a fare dei disegni. Solo per sé, quasi in segreto. Senza pensare, così come vengono. Disegna ciò che non capisce più, quello che non sa più esprimere a parole. All’inizio si tratta di una forma di auto-analisi, serve a risalire alle origini del sé dimenticato. Poi il racconto autobiografico di Élodie – mediante la scelta del secondo nome, Judith, quasi un’altra se stessa – diventa una storia autonoma. La distanza – quella del nome e quella grafica della parentesi del titolo – rafforza l’altro elemento peculiare di questo romanzo grafico: la memoria, senza la quale, ricorda Élodie citando Buñuel, non siamo nulla. Memoria collettiva, innanzitutto familiare: quella della madre e del padre, della sorella. Interrogandoli, Élodie-Judith riscopre e ricostruisce il passato oscurato dalla malattia, uscendo da una “parentesi” di vita che sembrava senza ritorno. La chiusa del libro racconta il presente di Élodie: “Oggi mi sento fisicamente più fragile, ho l’udito più debole e non ho mai recuperato l’energia di prima, ma ne avevo per quattro. Quando sono stanca o commossa, parlo in modo un po’ confuso. Non ricordo facilmente nomi, cognomi, titoli. Tendo a dimenticare, ma tutti noi conosciamo l’imprecisione e le dimenticanze. Queste tracce del passato sono diventate parte di me”.

Coconino, 224 pagine, € 17,5

 

Manu Larcenet & Jean-Yves Ferri – Ritorno alla Terra

La trama dal sito dell’Editore:

Larcenet, autore fuoriserie, impegnato, scostante, riservato, amatissimo in patria (oltre centomila copie vendute de Lo scontro quotidiano e questo Ritorno alla terra) viene presentato in esclusiva dalla Coconino Press. I lettori italiani e la stampa si sono accorti di lui. E’ nato un seguito fuori del comune. La letteratura disegnata offre oggi uno sguardo maturo e Larcenet è certamente tra i massimi rappresentanti di questa nuova stagione d’oro.Ritorno alla terra è un romanzo intimo e discreto. Una narrazione universale fatta di tenerezza e momenti di puro divertimento, che contrbuirà certamente, come nella sua Francia, a confermare il successo già ottenuto con Lo scontro quotidiano.

Coconino, 152 pagine, € 18

 

Oliver Ka & Alfred – Perché ho ucciso Pierre

La trama dal sito dell’Editore:

Olivier è un ragazzo cresciuto in un ambiente hippie permissivo e libertario, abituato alla nudità degli adulti. A 12 anni va in vacanza in una colonia estiva, dove incontrerà Pierre, un prete del quale era diventato grande amico.
Ma questi, approfittando della fiducia conquistata, costringerà Olivier a toccare il suo corpo senza apparente violenza. Questo evento segnerà per sempre la vita del ragazzo e crescendo, Olivier cercherà di «uccidere» metaforicamente Pierre, fino al giorno del loro nuovo incontro… Una storia dolce e terribile allo stesso tempo, veritiera al punto da avvertire, sin dalle prime pagine, un senso di pressione incombente.

Tunué, 120 pagine, € 14,5

 

Silvia Vecchini – Fiato Sospeso

La trama dal sito dell’Editore:

Tutti i bambini, prima o poi, passano quella fase in cui provano a entrare nello spazio fragile e bellissimo che si apre con la ricerca di libertà: un periodo in cui si vive con il fiato sospeso. Sospeso come prima di un tuffo. Sospeso come sott’acqua prima di iniziare a espirare in mille bolle. Sospeso come quando avviene qualcosa che non ti aspetti.

Quello che Olivia non si aspetta è che tutto possa cambiare grazie al coraggio che nasce dall’amicizia e dalla fiducia in se stessi. Olivia sceglie di uscire dal guscio di protezione e isolamento che negli anni si è come chiuso attorno a lei. Fa questa scelta buttandosi in un’impresa avventurosa per aiutare quella che fino a poco tempo prima era la sua rivale, ma che ora, cacciatasi in un grosso guaio, chiede il suo aiuto. Al suo fianco ci sarà Leonardo, il suo amico di sempre.

Tunué, 128 pagine, € 16,9

 

Buona lettura!


Vecchio Logan

1 febbraio 2012 Commenti chiusi

Da queste parti nutriamo una spiccata simpatia per Mark Millar, non è un segreto. Ci è piaciuto sia come autore di mini serie come Wanted e Kick-Ass, sia alle prese con i supereroi Marvel (soprattutto Ultimates e Fantastic Four, passando per Civil War) e abbiamo quindi accolto con piacere la riproposta della Panini del volume Vecchio Logan. In questa storia l’autore scozzese coniuga la sua particolare visione del mondo supereroistico al tema della “vittoria dei supercattivi” inaugurato nel già citato Wanted, immaginando un futuro nel quale l’universo Marvel è dominato dai cattivi e nel quale i pochi eroi superstiti vivono dimessi o agiscono in clandestinità. Un racconto scuro, cupo, violento, ricco di citazioni cinematografiche che vanno “Gli Spietati” di Clint Eastwood a “1997: Fuga da New York” e con un ottimo ritmo narrativo, esaltato dagli ottimi disegni di Steve McNiven.

La trama dal sito dell’Editore:

Il crepuscolo dei supereroi! I cattivi hanno vinto. I più potenti supercriminali si sono spartiti gli Stati Uniti e i pochi eroi sopravvissuti vivono nascosti o sono passati dall’altra parte. Wolverine adesso si fa chiamare semplicemente Logan, vorrebbe una vita tranquilla in una fattoria della California e gli interessa solo proteggere la sua famiglia dalla malvagia progenie di Hulk. Non sguaina gli artigli da decenni… ma forse è arrivato il momento di farlo. Occhio di Falco, vecchio e cieco, lo trascina infatti in una nuova impresa. La coppia di Civil War, l’iconoclasta Mark Millar e lo straordinario Steve McNiven, ci catapulta in un mondo devastato.

Panini Comics, 208 pagine, € 17

Kokko San

21 novembre 2011 Commenti chiusi

Lo yonkoma manga è il corrispettivo giapponese delle “strisce” occidentali, ovvero un fumetto la cui trama si sviluppa in poche vignette e che viene pubblicato sulle pagine di quotidiani o di riviste specializzate. Kokko San nasce sulle pagine della rivista nipponica specializzata in yonkoma “Manga Time Jumbo” nel 1999 e prosegue fino al 2001; nel 2005 viene raccolto e proposto in un unico volume, arrivato ora in Italia grazie all’editrice Ronin.

L’autrice Fumiyo Kono -conosciuta per l’intenso “Hiroshima – nel Paese dei Fiori di Ciliegio”- prende spunto da un episodio vissuto quando era alle elementari per narrare le vicende di una bambina e del suo insolito animale domestico, un gallo bianco fiero ed irascibile. Sono storie semplici e quotidiane, permeate di un umorismo lieve e da quel senso di meraviglia davanti alle piccole cose che caratterizza l’infanzia. Storie che, come nella tradizione delle migliori strisce, si leggono velocemente, ma lasciano sempre con un sorriso.

La trama dal sito dell’Editore:

In quel periodo meraviglioso della nostra vita in cui siamo bambini e ci affacciamo al mondo con tutta la nostra curiosità, ogni nuovo evento è fonte di stupore e meraviglia, e ogni piccola cosa che ci coinvolge personalmente diventa il punto di partenza per grandissimi progetti. In quel periodo meraviglioso della nostra vita, in cui la serenità ce lo consente, amiamo passare il tempo con i nostri amici, e condividere i loro sogni. Questa è la storia di una bambina e della sua “Kokko san”, una storia formata da scampoli di vita quotidiana, situazioni spassosissime, ed emozioni che aprono il cuore.

Ronin Manga, 160 pagine, € 10

Categorie:Consigliati Tag: , ,

Spice and Wolf

9 novembre 2011 Commenti chiusi

Tra le tante novità uscite questa settimana (i nuovi numeri di Bleach e Naruto, gli attesissimi Toradora e Hetalia), ce n’è una che rischia di passare inosservata: si tratta di Spice and Wolf, scritto d da Isuna Hasekura ed illustrato da Keito Koume. La caratteristica di questo manga è di essere l’adattamento a fumetti di una serie di Light Novels (ovvero romanzi illustrati) che in Giappone ha riscosso uno straordinario successo: tra il 2006 e il 2011 sono usciti 16 volumi di questa saga che si è chiusa a luglio di quest’anno con un diciassettesimo capitolo conclusivo. Sulla scia del successo dei romanzi, sono state prodotte due serie animate (di 13 e 12 episodi), un OAV ed infine questo manga, che in patria è ancora in corso di pubblicazione ed è arrivato al sesto volume.

Tra i punti di forza di Spice and Wolf ci sono un’attenta caratterizzazione dei personaggi e un’ambientazione dettagliatissima: un medioevo fantasy fatto di piccole città, corporazioni, mercanti, locande, un microcosmo socioeconomico perfettamente coerente, strutturato ed affascinante.

La trama dal sito dell’Editore:

Ecco l’adattamento a fumetti di SPICE AND WOLF, una delle più famose serie di light novel della storia del Giappone. La storia ci farà seguire i viaggi di Kraft Lawrence, giovane mercante che lavora per guadagnare la cifra necessaria per aprire un negozio. La sua vita cambia quando una sera trova nel suo carro una ragazza… nuda. Ma Holo non è una ragazza qualsiasi, come dimostrano le orecchie e la coda da lupo che sfoggia!

Panini Comics, 184 pagine, € 5,90

Thermæ Romæ

20 ottobre 2011 Commenti chiusi

Il tema del viaggio nel tempo e dell’incontro tra culture diverse non è nuovo al mondo della letteratura, del cinema e del fumetto. Thermæ Romæ, manga di Mari Yamazaki, riprende questa tematica raccontando le vicende di un architetto romano del 128 d.C. che si ritrova (più volte) catapultato nel Giappone del ventunesimo secolo. La caratteristica di quest’opera è che il protagonista viaggia attraverso i bagni termali ritrovandosi ora in un tipico “onsen”, ora in una vasca termale all’aperto, ora in un bagno privato ed ogni incursione nella realtà nipponica diventa occasione di confronto, di stupore e di arricchimento personale. Al di là dell’originalità delle situazioni che nascono dal confronto tra l’antica Roma e il Giappone contemporaneo, è la nostalgia che fa da motore all’intera vicenda; svela infatti l’autrice nella postfazione all’edizione italiana: «Questo fumetto è stato in fondo il frutto del mio desiderio di ricordare un Paese che sta scomparendo e che ormai per me è diventato tanto lontano. I bellissimi ricordi dei bagni pubblici che frequentavo nella mia infanzia con i nonni e la mia nostalgia per gli anni Settanta e Ottanta hanno trasformato questa storia e sono inevitabilmente trapelati fin dentro la percezione di questo antico romano, Lucio, appassionato anche lui di bagni termali e che sarebbe stato sicuramente un buon critico del Giappone di qualche decennio fa».

Nostalgia, quindi, ma anche un’ottima ricostruzione storica, una buona dose di ironia e un’efficace caratterizzazione dei personaggi, il tutto accompagnato da un tratto pulito e preciso. Un mix sufficiente per una lettura piacevole e diversa dal solito.

La trama dal sito dell’editore:

Solo in fumetteria! Nell’antica Roma, durante l’impero di Adriano, l’ingegnere Lucio si è specializzato nella progettazione di terme. Sempre alla ricerca di nuove idee per contribuire a dar lustro alla grande civiltà dell’Impero Romano, un bel giorno, mentre si rilassa facendo un bagno, viene risucchiato da un buco sul fondo della vasca, per riemergere poco dopo… in un bagno termale giapponese, ai giorni nostri! Inizia così per l’ambizioso ingegnere un bizzarro andirivieni tra la Roma antica e il Giappone moderno, durante il quale avrà la possibilità di apprendere nuove tecnologie e sviluppare idee innovative da applicare nel suo mondo di provenienza! Vincitore dei prestigiosi Manga Taisho Awards nel 2010, Thermae Romae mostra e dimostra con sagacia e grande originalità le similitudini tra le due civiltà che più di tutte le altre hanno amato le terme: quella degli antichi romani e quella giapponese!

Star Comics, 192 pagine, € 5,90

Fino al 15 novembre Thermæ Romæ sarà in promozione a € 1,90 anziché € 5,90!

Ultimo

14 ottobre 2011 Commenti chiusi

Finalmente Ultimo è arrivato in Italia!

C’è poco da aggiungere a quanto riporta il sito dell’Editore:

Stan Lee, il leggendario cocreatore di icone Marvel come Spider-Man, gli X-Men, Hulk e Iron Man, entra nel mondo dei manga! In collaborazione con Hiroyuki Takei, l’autore di Shaman King, ha dato vita a un’epica avventura che risponde a una domanda affascinante: ignorando qualsiasi implicazione morale, qual è la forza più potente nell’universo, il bene assoluto o il male assoluto? Per trovare la risposta, un misterioso individuo, Dunstan, ha incarnato l’essenza del bene e del male in due karakuri doji, bambole meccaniche con le fattezze di due ragazzi prive di emozioni umane. Una volta attivate, attraverseranno il tempo e lo spazio finché non arriverà per loro il momento di combattere il duello finale! A ritrovarsi coinvolto nel mezzo di questa battaglia sarà un ragazzo ignaro di tutto… Il meglio di Giappone e Stati Uniti si fonde nell’evento più emozionante dell’anno!

Panini Comics, 216 pagine, € 3,90


Star Rats

6 ottobre 2011 Commenti chiusi

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana, Leo Ortolani pubblicava Star Rats, sua personalissima versione di Star Wars. Era il 1999 e il volume andò velocemente esaurito; fu ristampato nel 2003, ma anche questa seconda edizione fu polverizzata alla velocità della luce. Ed ecco finalmente una terza edizione riveduta e corretta (o forse no) e piena di extra, schizzi originali, e tavole inedite. Riecco quindi Lord Valker, il Saggio Jodel, Granello, la Principessa Theila e soprattutto la geniale vena comica di Ortolani che resta irresisitibile… ristampa dopo ristampa.

Usate la forza, non lasciatevelo sfuggire!

La “trama” dal sito dell’Editore:

Il malvagio Imperatore Nero e il suo sinistro braccio destro Lord Valker hanno sconfitto i Cavalieri dell’Oroscopo conquistando l’intero sistema solare. Solo un’imminente congiunzione astrale potrebbe favorire la caduta della tirannia, il ritorno della pace e un incontro inatteso per i nati sotto il segno del Toro. Al centro di tutto, il mito del Rat-Man, la leggenda che ha attraversato le ere. Leo Ortolani ci racconta la sua versione di Star Wars in un susseguirsi di gag esilaranti.

Panini Comics, 64 pagine, € 4

Categorie:Consigliati Tag: , ,

Keroro 20

23 settembre 2011 Commenti chiusi

Una curiosità sul numero 20 di Keroro… Come molti di voi sapranno, questo manga si sviluppa in brevi capitoli autoconclusivi dal carattere demenziale e da un gusto per il nonsense tipicamente nipponico; ogni volume si compone di una decina di episodi che si possono leggere autonomamente, senza “problemi” di continuity rispetto ad una trama principale che è in sé talmente essenziale da risultare quasi accessoria. Il volume 20 ha invece la particolarità di essere la riduzione manga del film del 2007  Sergente Keroro 2: la Principessa delle Profondità Marine (in originale: Chou gekijouban Keroro gunsou 2 – Shinkai no Princess de arimasu!) e come tale ha una trama che si sviluppa nei 7 capitoli che lo compongono, con un inizio ed una fine. Non vengono meno le caratteristiche che hanno reso celebre questo manga (situazioni comiche al limite del surreale e una caratterizzazione dei personaggi essenziale, ma efficace) mentre la trama dà un senso di inedita  completezza e un nuovo ritmo alla lettura. Consigliato agli amanti del genere (pokopeniani e non).

Star Comics, 192 pagine, € 4,20