Home > Consigliati > Le Avventure della Brigata Fucilieri

Le Avventure della Brigata Fucilieri

8 settembre 2011

Che Garth Ennis sia uno degli autori più innovativi degli ultimi anni è un dato di fatto. Il suo stile dissacratorio e compiaciutamente scorretto è paragonabile solo a quello di altri due mostri sacri del fumetto contemporaneo, i quasi conterranei Mark Millar e Grant Morrison (questi ultimi sono scozzesi, Ennis è irlandese). Dopo aver ribaltato la prospettiva supereroistica in The Boys, dopo aver demolito l’istituzione religiosa in The Preacher, dopo aver portato The Punisher su oscure spirali di una violenza incondizionata, Ennis si diverte a scrivere Le Avventure della Brigata Fucilieri per l’editrice Vertigo. E divertimento per Ennis significa lanciarsi a tutta velocità in una trama sopra le righe, in situazioni paradossali e nella caratterizzazione di personaggi talmente improbabili da risultare irresistibili. E così i sei membri della brigata che dà il titolo al volume si muovono nello scenario della seconda Guerra Mondiale tra Berlino e un ipotetico Medio Oriente, in un tripudio di citazioni cinematografiche (da Indiana Jones a Bastardi senza Gloria) e battute di una scorrettezza esilarante, senza risparmiare niente e nessuno fino a -letteralmente- l’ultima vignetta. I disegni di Carlos Ezquerra si adattano bene alla scrittura di Ennis, esaltandone il carattere scanzonato e divertito.

Planeta DeAgostini, 144 pagine, €  15,95

I commenti sono chiusi.