Home > Consigliati, Novità in primo piano > Capire Israele in 60 giorni (e anche meno)

Capire Israele in 60 giorni (e anche meno)

13 luglio 2011

La vera letteratura di viaggio è quella nella quale il viaggio non è solo lo spostamento da un luogo all’altro, ma è  metafora dei movimenti dell’animo umano, di un cammino di crescita personale e di scoperta di nuovi orizzonti interiori. La graphic novel Capire Israele in 60 Giorni (e anche meno) è un buon esempio di questo tipo di letteratura: il volume racconta infatti del viaggio compiuto dalla giovane fumettista ebrea americana Sarah Glidden in Israele, viaggio offerto dalla Taglit-Birthright Israel, agenzia finanziata dal governo israeliano e da alcune associazioni private con lo scopo di far conoscere Israele ai ragazzi di origine ebraica sparsi per il mondo. Sarah parte con un’idea precisa su Israele e sul conflitto arabo israeliano, ha un atteggiamento critico, prevenuto e a tratti cinico nei confronti dell’esperienza che si appresta a vivere, convinta si tratti solo di un indottrinamento ideologico, una sorta di lavaggio del cervello. Ma giorno dopo giorno, incontro dopo incontro, sente sgretolarsi tutte le sue certezze perché la realtà è troppo complessa per essere rinchiusa negli spazi stretti di un’ideologia: la realtà è fatta di storie e di Storia, di speranze, sofferenza, di persone concrete. E la Sarah sprezzante e sicura di sé lascia piano piano spazio ad una Sarah più attenta alle sfumature, capace di ascolto, meno ansiosa di dare giudizi… in sintesi più adulta.

L’autrice è davvero abile nel raccontare la propria storia alternando momenti più lievi ad altri emotivamente più intensi, calibrando digressioni storiche, considerazioni politiche e riflessioni personali in modo da rendere la lettura sempre piacevole e mai pesante, nonostante gli argomenti spesso non semplici, né leggeri. Molto bello e pulito il tratto come anche i colori ad acquarello che danno un ulteriore tocco personale alla narrazione.

Sul sito dell’Editore è possibile leggere un’anteprima on line del volume.

Rizzoli Lizard, 210 pagine, € 17,50

I commenti sono chiusi.