Archivio

Archivio per la categoria ‘Off topic’

Mark Millar al lavoro

9 luglio 2011 Commenti chiusi

Nuovi progetti per il grande Mark Millar oltre all’annunciato ed attesissimo seguito di Kick-Ass.

Prima fra tutte una mini serie dedicata a Hit-Girl con disegni Leandro Fernandez. A riguardo l’Autore ha dichiarato:

La scelta di dedicare una serie a Hit-Girl è dovuta al fatto che mentre scrivevo Kick-Ass mi sono reso conto che Hit-Girl lo avrebbe oscurato in quanto era troppo divertente da sceneggiare. Mentre scrivevo “Kick-Ass 2″ ho dovuto sforzarmi per dedicare a Kick-Ass almeno lo stesso numero di scene, perchè si trattava del suo albo! Fin dal principio avevo così tante idee per il personaggio di Hit-Girl che non avrei potuto inserirle in un solo albo, perciò ho deciso di realizzare una serie tutta per lei. Ha senso. Chiunque abbia visto il film o abbia letto il fumetto era interessato solo a vedere ancora Hit-Girl, perciò c’è bisogno di più storie su Hit-Girl.

La serie vedrà il suo debutto a settembre per Image Comics.

 

Un secondo progetto è la serie Supercrooks che segue l’intuizione dei celebri Wanted e Nemesis e viene descritta dallo stesso Miller così:

Tutti i supereroi vivono in America, ma allora perché i supercattivi continuano a commettere crimi a Metropolis, Gotham City, o Star City? Perché non se vanno in qualche posto dove non ci siano supereroi? La loro vita sarebbe più semplice!

In Supercrooks vedremo quindi i super cattivi migrare dagli Stati Uniti alla vecchia Europa per realizzare il sogno di una vita libera, serena, tranquilla criminalità. Disegni di Leinil Francis Yu (famoso per la serie Marvel Secret Invasion)

 

Sulla serie di 12 numeri che vedrà alle matite Frank Quietly non si hanno per ora notizie. Millar l’ha definita una “classic superheroes epic” e ha aggiunto che sarà un mix di Star Wars, il Signore degli Anelli e Crisi sulle Terre Infinite della DC Comics. Il rersto sarà svelato all’imminente San Diego Comic-con che si svolgerà dal 20 al 24 luglio.

Un ultimo progetto vede collaborare Millar e  Frank Quitely, ma il tutto è rigorosamente top secret. I due autori hanno assicurato che entro fine anno riveleranno titolo, trama e copertina del primo numero.

Non ci resta che attendere!

 

 

Categorie:Off topic Tag: ,

Arrowsmith – il Fascino della Divisa

4 luglio 2011 Commenti chiusi

In un saggio sulla fiaba Tolkien distingueva l’evasione del prigioniero dalla fuga del disertore: il primo si immerge nella fantastico per vedere e comprendere le cose in una prospettiva più ampia e gettare nuova luce sulla realtà che fatta spesso di ombre e chiaroscuri. Il disertore invece cerca nella narrazione fantastica solo un’oasi nella quale rifugiarsi per non affrontare la vita nella sua concretezza. Leggendo Arrowsmith –  il Fascino della Divisa, si vive decisamente la prima delle due esperienze: si entra in un mondo fantasy popolato da troll, draghi, maghi ed incantesimi e quando se ne esce ci si riscopre arricchiti, più consapevoli.

Alla base di questa opera scritta da Kurt Busiek e splendidamente illustrata da  Carlos Pacheco c’è un’ipotesi narrativa insolita, ma efficace: come sarebbe stata la prima guerra mondiale se fosse stata combattuta in una realtà nel quale esistono la magia e tutte le creature tipiche della letteratura fantasy? La risposta si ha sfogliando le prime pagine di Arrowsmith, trovandosi immediatamente rapiti dalla sorprendente ricchezza immaginifica di questo mondo, così simile al nostro eppure così diverso. In esso si dipanano le vicende del giovane Fletcher Arrowsmith, che lascia la sua tranquilla vita in capagna per arruolarsi e diventare aviere, spinto dal desiderio di fare la propria parte e schierarsi dalla parte del “bene”. La storia prende così i contorni di un romanzo di formazione nel quale la crescita umana del protagonista attraversa le fasi dell’entusiasmo, dell’idealismo e poi della disillusione quando si trova faccia a faccia con l’orrore della guerra, con la morte che non è più un evento eroico, isolato, ma una tragica e crudele consuetudine. Ed ecco che la favola di Arrowsmith –  il Fascino della Divisa diventa una riflessione amara sulla guerra, sul significato della vita, sulla ferocia dell’uomo che è la stessa, sia che si impugni un fucile, sia che si voli con un drago lanciando incantesimi.

Un volume che pur mantenendo il ritmo e il dinamismo dei migliori fumetti d’azione, si rivela intenso, toccante,  emozionale. All’ultima pagina si vorrebbe poter continuare la lettura… ma a questo pare che i due autori abbiano già pensato: è stata infatti annunciata una seconda serie di storie di Arrowsmith dal titolo “Far from the fields we know“. Speriamo di poterle leggere presto!

 

Magic Press edizioni, 156 pagine, € 13

 

Wanted – Il Crimine Paga

29 giugno 2011 Commenti chiusi

Mark Millar è uno di quegli autori capaci di imporsi nel mondo dei comics per una straordinaria abilità nell’innovare e rinnovare, nel divertire facendo allo stesso riflettere. Ne è un esempio il suo Kick-Ass, portato recentemente alla ribalta dall’omonimo film, nel quale l’incontro tra il genere supereroistico e il “mondo reale” risulta deflagrante e liberatorio nella sua irriverente comicità.

Wanted è una miniserie in 6 volumi pubblicata nel 2004 dall’editrice Image nella quale Millar spinge sull’acceleratore della dissacrazione del genere supereroistico proponendo un mondo dominato dai cosiddetti “super cattivi”, usciti vincitori da una guerra sanguinosa contro i buoni, gli eroi. Un mondo nel quale regnano crimine e violenza, nel quale i valori sono ribaltati. Eppure un mondo all’apparenza normale, dove è possibile condurre un’esistenza ordinaria fatta di quotidianità, di lavoro, di relazioni più o meno complicate… almeno finché non si passa attraverso lo specchio, come fa Wesley Gibson, il protagonista di Wanted,e si scopre la verità dietro la superficie.

Un’opera che al di là della sua violenza portata il limite del paradossale, di una volgarità irruente e ricercata, fa riflettere sui vari strati che compongono la realtà e sulla possibilità che ognuno ha nella vita di scegliere (o non scegliere).


Wanted è stato riproposto da Panini Comics; 194 pagine, € 15

 

Macanudo

27 giugno 2011 Commenti chiusi

 

Capita a volte di incontrare opere dotate di un tale fascino e di una personalità così forte da sfuggire ad ogni classificazione. Macanudo di Liniers è una di queste opere.

Nata nel 2002 come daily strip sul quotidiano argentino La Nación, Macanudo approda sul settimanale spagnolo El Periódico de Cataluña e da lì inizia a raccogliere consensi in Europa andando piano piano a colmare quel vuoto lasciato dai Peanuts prima e da Calvin and Hobbes poi. Vuoto causato dalla perdita di un intrattenimento allo stesso tempo intelligente e semplice, di un’ironia priva di cinismo, di una visione tanto lucida quanto lieve sulla realtà. Ed ecco che tutto questo si ritrova nelle strisce di Liniers insieme ad uno stile personalissimo, surreale, poetico, a tratti onirico. Stile che si nota a partire dalle cornici delle stesse vignette che sono sempre tratteggiate a mano e risultano quindi irregolari e libere di cambiare forma, di aprirsi e stringersi, di ruotare, sparire o sovrapporsi. Uno stile che esplode nella caratterizzazione di personaggi buffi ed improbabili: dai pinguini filosofi al gatto Fellini, dai folletti dispettosi al robot sensibile, dal misterioso uomo in nero all’uomo che traduce i titoli dei film. Personaggi che in un modo o nell’altro parlano della vita in tutti i suoi aspetti e che riescono a far sorridere, a sorprendere e suscitano quel sentimento in bilico tra la maliconia e la gioia che non si può che definire “purezza”. Questa è la magia che si ripete ogni volta che si legge Macanudo: non si può classificare o catalogare, si può solo sperimentare.

In Italia sono stati pubblicati i primi tre volumi di raccolte di Macanudo da Double Shot.

 

Capitan America – il Primo Vendicatore

24 giugno 2011 Commenti chiusi

Dopo lo slittamento dell’uscita del film Green Lantern dal 17 giugno al 31 agosto, si temeva che una sorte simile potesse toccare al film Capitan America – il Primo Vendicatore. È stata invece confermata la data italiana: venerdì 22 luglio. Nessun ritardo, quindi per la pellicola di Joe Johnston che uscirà nelle sale italiane  in contemporanea mondiale.

Per i Marvel fans che desiderano arrivare preparati all’uscita del film, Panini Comics propone due volumi nella collana 100% Marvel: Capitan America – Teatro di Guerra e Capitan America – il Prescelto. Il primo è una raccolta di quattro storie che vedono l’eroe Marvel impegnato in vari scenari di guerra, dalla Normandia del secondo conflitto mondiale al Kuwait, mentre il secondo è un’intensa rivisitazione delle origini di Cap alla luce dell’America di oggi.

Categorie:Off topic Tag: , ,